De Chirico Giorgio

Giorgio de Chirico nasce da genitori italiani a Vólos in Grecia il 10 luglio 1888. Verso il 1906 si trasferisce a Monaco dove frequenta l’Akademie der Bildenden Künste. In questo periodo si interessa all’arte di Arnold Böcklin e Max Klinger, agli scritti di Friedrich Nietzsche e Arthur Schopenhauer. Si reca a Milano nel 1909, a Firenze nel 1910 e a Parigi nel 1911, dove partecipa al Salon d’Automne del 1912 e 1913 e al Salon des Indépendants del 1913 e 1914. Frequenta assiduamente le riunioni settimanali di Guillaume Apollinaire dove incontra Constantin Brancusi, André Derain, Max Jacob e altri. A causa della guerra ritorna in Italia nel 1915 dove incontra Filippo de Pisis nel 1916 e Carlo Carrà nel 1917; insieme formano il gruppo che in seguito verrà chiamato Scuola Metafisica. Celebri i suoi lavori raffiguranti i manichini e le piazze d’Italia. Nel 1918 si trasferisce a Roma dove la Casa d’Arte Bragaglia organizzerà la sua prima personale nell’inverno del 1918-1919. Nel 1924 partecipa per la prima volta alla Biennale di Venezia. Le opere di Giorgio de Chirico sono esposte nei maggiori musei d’arte moderna del mondo tra cui il MoMA di New York, il Musèe National d’Art Moderne e il Pompidou di Parigi, la Tate gallery di Londra e numerosi altri.  Muore a Roma il 20 novembre 1978.

Opere Uniche

Grafiche e Multipli